Archivio

Narrenshiff

regia CARLO ORLANDO
con DENIS FONTANARI E CHIARA BENEDETTI
aiuto regista ALBERTO BASALUZZO
drammaturgia CHIARA BENEDETTI, ALBERTO BASALUZZO, DENIS FONTANARI e CARLO ORLANDO
musiche dei RADIOHEAD, LEONARD COHEN, DOMENICO MODUGNO
eseguite dal vivo da CHIARA BENEDETTI
scene e costumi FEDERICA RIGON

Nel 1882 viene inaugurato il Manicomio di Pergine, una struttura emblematica che arriva ad ospitare 1800 pazienti e 1000 dipendenti. Un micro-universo grande quanto il centro storico che lo ospita, una porta verso un mondo parallelo, in cui il senso della gravità muta, il tempo si dilata, le leggi s’invertono.

Abbiamo deciso di narrare la follia per indagarla, tentare di darle voce, allenandoci alla mancanza di comprensione, abbandonando la ricerca del confine tra ciò che è sano e ciò che non lo è. Per iniziare abbiamo attinto dal mondo che ci circonda, da quel mondo che vediamo passare per strada, da ciò che il Manicomio ha partorito dopo la sua chiusura, dalle tracce leggibili nei luoghi che lo simboleggiano. La nostra sfida è quella di riuscire a raccontare senza giudizio un’istituzione, il tentativo di varcare la soglia e rompere le catene e il ritrovarsi in un mondo nuovo, dove ogni cosa è apparentemente possibile.